DOPO LA PROTESTA DI USB E LAVORATORI , L’AOU VANVITELLI MODIFICA LE CLAUSOLE DEI BANDI PER LA MOBILITA’ VOLONTARIA

Una migliore opportunità per Infermieri, Ostetriche, Tecnici di laboratorio biomedico, Infermieri pediatrici, O.S.S., Tecnici di radiologia medica

Napoli -

A seguito dell’incontro procurato dal presidio di protesta attivato il 19 gennaio scorso, organizzato dalla USB Coordinamento Regionale Sanità Campania con gli infermieri, gli OSS e altre figure delle professioni ospedaliere che aderiscono al M.I.C. e P.S., presso la Direzione dell’Azienda Ospedaliera Universitaria dell’Università Luigi Vanvitelli in via Costantinopoli a Napoli, per contestare le clausole di arruolamento del personale assistenziale imposte dalla dirigenza aziendale alla mobilità volontaria regionale ed extraregionale, la Direzione dell’AOU Vanvitelli con la delibera n 195 del 26 febbraio 2018 ha apportato delle integrazioni alle delibere n. 24-25-26-27-28-29 del 18/01/2018. La Direzione Generale ha infatti deciso che, in riferimento al nulla osta preventivo incondizionato, “Qualora lo stesso non venisse prodotto al momento della partecipazione alla procedura, dovrà, in caso di vincita o chiamata in servizio, essere obbligatoriamente prodotto entro 60gg….” La stessa delibera prevede lo slittamento della scadenza alle ore 8:00 del 26/03/2018 e ritiene di considerare valide le domande già pervenute.

Per cui Infermieri, Ostetriche, Tecnici di laboratorio biomedico, Infermieri pediatrici, O.S.S., Tecnici di radiologia medica, grazie a questa integrazione possono presentare la domanda di partecipazione all’avviso di mobilità senza doversi preoccupare del famoso nulla osta preventivo incondizionato.

Il risultato ottenuto è prova concreta che la partecipazione coesa tra lavoratori e sindacato è indispensabile per finalizzare positivamente le problematiche da risolvere. (Alleghiamo delibera)

U.S.B. Coordinamento Regionale Sanità, Vito Storniello - Antonio Alfano