CampaniaFederazione Regionale

PRESIDIO 23 MARZO A NAPOLI E SCIOPERO PRECARIO IL 30 MARZO A ROMA

PRESIDIO GIOVEDI’ 23 Marzo 2017 - Assessorato Regionale al Lavoro – Isola A/6 – Centro Direzionale – Napoli

Napoli -

A TUTTI GLI ENTI UTILIZZATORI DI LSU DELLA CAMPANIA

 

Oggetto: Comunicazione di presidio LSU della Campania - Convocazione di ASSEMBLEA GENERALE dei LSU della Campania – Interra giornata - GIOVEDI’ 23 Marzo 2017 - Assessorato Regionale al Lavoro – Isola A/6 – Centro Direzionale – Napoli

 

Si comunica a Tutti gli Enti Utilizzatori di LSU della Campania che la USB ha convocato un presidio e Assemblea Generale - intera giornata che si terrà Giovedì 23 Marzo 2017 presso l' Assessorato Regionale al Lavoro - Isola A/6 - Centro Direzionale NAPOLI.

 

Si chiede di prendere atto della presente Comunicazione e di darne massima diffusione tra i Lavoratori LSU della documentazione allegata.

 

USB - Federazione Regionale della Campania

 

 

La protesta continua. Dopo settimane di allerta nelle regioni e con la decisiva mobilitazione permanente dei LSU della Campania, organizzati attorno all’idea e alle conseguenti azioni di conflitto indette e sostenute in prima persona dai delegati USB, che hanno messo in atto un pressing senza precedenti verso istituzioni regionali e comunali, parlamentari e sedi di partito, mass media e giornali, Corte dei Conti e Inps per accelerare i pagamenti, il Comune costretto ha ritirare il licenziamento dei LSU, con cortei spontanei a Napoli, con il presidio camper H24 sotto la Regione fino ad ottenere una data di incontro in Regione per il 23 (con assemblea dei lavoratori già convocata) e infine la presenza presso il Centro per l’Impiego di Avellino in occasione della visita del Presidente del Consiglio Gentiloni, al quale attraverso il suo consigliere politico i delegati USB hanno consegnato un documento sulle proposte per l’assunzione di tutti i LSU.

 

Da queste lotte che hanno segnato una forte ripresa della consapevolezza dei precari rispetto alle conquiste possibili, non più legate solo al contentino delle proroghe ma per l’assunzione vera, non si torna indietro. Se si riconquista l’unità dei lavoratori, ripartendo dai bisogni reali di reddito e diritti possiamo riprenderci tutto.

 

Lo abbiamo visto in queste settimane. Solo grazie alla compattezza e all’unità dei precari che non si sono lasciati irretire dal finto sciopero ad oltranza di cgil cisl e uil, (con presidio permanente alla regione solo annunciato e mai praticato) , si è ricostituito un fronte di lotta che ha visto in piazza al 10° giorno di presidio permanente di USB, unico e vero, circa 900 lavoratori. Questo è orgoglio e dignità esemplare di chi non si è mai rassegnato alla precarietà e continua a lottare a tasche vuote senza “stipendio” da 3 mesi

 

La USB insiste: per gli LSU non si deve parlare né di concorsi, né di riserve. IL LAVORO NERO DI STATO VA SANATO!!!

1 Si deve attingere agli elenchi regionali già predisposti, come previsto dalla legge 125 del 2013 che ha introdotto modalità di reclutamento speciale per la categoria.

2 Si devono colmare tutte le carenze di personale, adeguando le piante organiche al reale fabbisogno e al numero dei LSU utilizzati nei servizi.

3 Il Governo deve autorizzare assunzioni a tempo indeterminato entro il 2017 destinando agli Enti i fondi attualmente impegnati per i precari LSU da Ministero del Lavoro, Regioni, Ministero dell’Interno.

4 Gli Enti utilizzatori devono destinare alle assunzioni le risorse derivanti da cessazioni avvenute e pensionamenti previsti e da spese già sostenute per personale flessibile.

 

 

Riprendersi questo diritto al lavoro buono e mettere un punto alla precarietà sarà la ragione dello SCIOPERO PRECARIO indetto da USB per il prossimo 30 MARZO a ROMA – con presidio dalle ore 10.00 - Funzione Pubblica – Corso Vittorio

 

 

17 marzo 2017 USB