HITACHI:CERTEZZE OCCUPAZIONALI PER ANIELLO, VINCENZO, MASSIMILIANO, ALFREDO!

la lotta continua.....

Napoli -

L’intervento della Prefettura di Napoli dei giorni scorsi a garanzia dell’occupazione dei 4 ex lavoratori della Quanta, che manifestavano in presidio e su una gru, a piazza Municipio, a 45° di temperatura, contro il licenziamento e la loro esclusione dalla ricollocazione in Hitachi o Leonardo, diversamente da quanto era avvenuto, invece, per i restanti 44 lavoratori in carico alla stessa società Quanta, ha evitato pesanti e possibili effetti devastanti sulla salute e per l’incolumità dei lavoratori in lotta.

L’impegno sottoscritto a firma del vice prefetto, dr. Del Prete, a proseguire la trattativa per la ricollocazione lavorativa di Aniello, Vincenzo, Massimiliano ed Alfredo, rappresenta un importante passo avanti che deve tradursi ora in atti concreti.

La dichiarazione di sciopero dello scorso venerdì 14 luglio da parte della struttura USB in Hitachi, la dura e tenace lotta di resistenza dei 4 lavoratori licenziati, l’appello e la solidarietà di esponenti politici, forze sociali ed uomini di cultura, la mobilitazione congiunta del Si Cobas in presidio con l’USB alla Prefettura di Napoli di venerdì 28 luglio che anticipava l’incontro del 1° agosto, hanno consentito questo risultato.

L’USB continuerà il suo impegno a sostegno di questi lavoratori per il loro definitivo reintegro.

 

Confederazione Regionale USB Campania