Serve un vero regime speciale per la stabilizzazione dei Lavoratori Socialmente Utili

Napoli -

Mercoledì 27 dicembre l’Unione Sindacale di Base ha incontrato presso la sede del Governo a Palazzo Chigi, il consigliere politico del Presidente Gentiloni, dott. De Giorgi, sull’annosa vertenza della stabilizzazione dei Lavoratori Socialmente Utili, impegnati da oltre 22 anni negli Enti Pubblici a garantire funzioni e servizi essenziali alla collettività. Già nelle settimane precedenti all’incontro, questa Organizzazione Sindacale aveva rappresentato alle più alte cariche istituzionali e di governo, negli incontri diretti e con specifica nota, il rischio concreto che le possibilità di reclutamento speciale degli LSU, introdotte per il triennio 2018-2020 dal d.lgs. n. 75/2017, art. 20 comma 14, risultassero di difficile applicabilità ovvero inefficaci rispetto alle finalità della norma, a causa dei vincoli e dei limiti imposti ai bilanci degli Enti Locali, in Campania come altrove. Nel corso dell’incontro a Palazzo Chigi sono state messe a fuoco tutte le problematicità del percorso e gli interventi da subito possibili, anche nell’attuale fase del Governo, a partire dal prescritto DPCM di individuazione delle risorse finanziarie destinate alle assunzioni a tempo indeterminato degli LSU. Sarà, quindi, possibile definire le condizioni necessarie per rendere attuativa ed esigibile la relativa disciplina. Le disponibilità e gli impegni raccolti dalla delegazione USB avranno già nei prossimi giorni le prime verifiche e, a seguire, ulteriori momenti di confronto. Il 2017 si chiude con la proroga delle attività e della relativa convenzione, come disposto nella nuova legge di bilancio appena approvata. Un risultato non scontato e frutto della determinazione e della mobilitazione reale dei lavoratori e delle lavoratrici. Avanti così nel 2018, per conquistare diritti e dignità e mettere fine alla precarietà e allo sfruttamento! #nonunpassoindietro

Confederazione Regionale USB Campania