21 e 22 OTTOBRE DI LOTTA: IL NO SOCIALE, METROPOLITANO, ALLA CONTRORIFORMA RENZI

Sciopero generale e manifestazione nazionale a Roma per la difesa dei diritti del lavoro e della Costituzione

Napoli -

Sciopero generale in tutta Italia venerdì 21, “No Renzi Day”, manifestazione nazionale a Roma, sabato 22: questo l’ “ottobre in lotta” illustrato questa mattina nella conferenza stampa di presentazione della 2 giorni di sciopero e mobilitazione, che si è tenuta presso la sede RAI di Napoli.

Lo sciopero generale dell’intera giornata, proclamato da USB, Unicobas e USI, a cui hanno aderito anche il SI Cobas, l’ADL e la CUB Trasporti Lazio, riguarderà tutte le categorie del lavoro pubblico e privato con mobilitazioni diffuse in tutto il Paese.

Il 21 ottobre a Napoli e in Campania si terranno diverse iniziative e cortei. Tra le principali in calendario, l’USB segnala alle ore 6.00 il presidio fuori ai cancelli dell'interporto di Nola, alle ore 9.00 avrà inizio un corteo degli immigrati che partirà da via G. Ferraris verso la questura, sempre alle ore 9.00 il corteo studentesco che da piazza del Gesù si recherà a palazzo S. Lucia, alle ore 11.00 un presidio dei lavoratori LSU ed exLSU, e di tutti i lavoratori che vorranno partecipare, in piazza municipio. "Il 21 ottobre sarà uno sciopero generale sociale, vitale, salutare - tuona Vincenzo De Vincenzo dell'Esecutivo nazionale USB - in ogni posto, con ogni mezzo, attueremo blocchi e manifesteremo il nostro NO al governo Renzi, all'Unione Europea, allo smantellamento dei servizi pubblici. Vogliamo diritti e stato sociale".

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni