AGGIORNAMENTI DI LOTTA PER I LAVORATORI LICENZIATI DEI CONSORZI DI BACINO

ESITI DEL PRESIDIO DELLA MANIFESTAZIONE REGIONALE DEL 27 LUGLIO

Napoli -

Come preannunciato, nella mattinata di giovedì 27 luglio, si è tenuto un presidio sotto la Regione Campania – Via Santa Lucia – Napoli, atteso il permanere dello stato di criticità che continua ad interessare i Lavoratori dei Consorzi di Bacino di Benevento, Avellino, Napoli e Caserta.

 

Nell'ambito del presidio, e solo dopo aver minacciato di effettuare un blocco stradale, si è riusciti ad avere un incontro con Funzionari della Regione, seppur avessimo, a tempo debito e con largo anticipo, richiesto la fissazione di apposito, onde poter affrontare le questioni che ne caratterizzavano la mobilitazione odierna.

 

L’incontro tenutosi, nel primo pomeriggio, con un Funzionario della Regione Campania – Dott. Melillo – è stato importante se non altro per aver potuto, nuovamente, e meglio rappresentare tutte le sfaccettature, nonché tutte le questioni che attengono tali Lavoratori, peraltro ad oggi rimaste e irrisolte e che si protraggono, ormai, da toppo tempo.

 

In tale ottica - ritenuto che tali questioni necessitano di una loro immediata risoluzione onde poter dare le giuste prospettive di lavoro, di giustizia e di legalità anche per questi Lavoratori che in questi anni e NON PER LORO COLPA hanno subito vessazioni di ogni tipo di cui addirittura licenziamenti ILLEGITTIMI , la delegazione presente ha chiesto al Funzionario – Dott. Melillo - di farsi promotore nei confronti del Vice Presidente della Regione Campania – Bonavitacola – di far fissare immediatamente un tavolo di confronto con i Commissari Liquidatori interessati onde poter compiutamente affrontare tali delicate e incresciose questioni, che sin dal 2010 stanno interessando questi lavoratori, e di come trovare le soluzioni al fine di poter utilizzare i Lavoratori nelle attività di cui al programma di sensibilizzazione rivolta a tutti gli Enti e cittadini della Campania con la “Campagna di INFORMAZIONE”, atteso il variegato status in cui, oggi, versano questi stessi lavoratori - Licenziati, sospesi, ibridi, etcc..-

 

Il Dott. Melillo, riconoscendo concrete e reali le questioni poste ci ha informati, in particolare e in ordine all’impiego dei Lavoratori nelle attività di cui al programma di sensibilizzazione rivolta a tutti gli Enti e cittadini della Campania con la “Campagna di INFORMAZIONE” da attuare a breve, che tutto il programma verrà gestito dal Commissario del Consorzio Unico – Napoli e Caserta– Dott. Ventriglia -. Per cui sia nei prossimi giorni si procederà nella definizione dell’organizzazione ed inizio attività sia per quanto attiene la programmazione di espletamento di tali attività sia riguardo alla gestione ed impiego dei Lavoratori, con espresso impegno di approfondire la questione di come utilizzare i lavoratori sospesi, in particolare quelli del Consorzio BN2 i quali, peraltro, hanno dalla loro parte finanche la Sentenza favorevole emessa dalla Cassazione che ha riconosciuto la continuità lavorativa in capo allo stesso Consorzio.

 

Il Dott. Melillo ci ha pure informato che nei giorni scorsi c’è già stato un incontro tra i Commissari liquidatori ed alcuni delegati sindacali delle OO.SS. confederali - CGIL, CISL e UIL ed in quella circostanza sembrerebbe che sarebbero state definite le linee guida per risolvere il problema dei licenziati la cui successiva proposta, formalmente avanzata dal Commissari Liquidatore del Consorzio di Benevento BN1 a tutte le OO.SS. sin’ora partecipanti ai tavolo Regionali , è stata ritenuta, da USB, COBAS e dai lavoratori, inaccettabile e rimandata ai mittenti, ritenendo, peraltro quanto rappresentato, cioè di concordare le linee con le OO.SS. a loro più comode, un atteggiamento estremamente denigratorio e scorretto, nonché lesivo delle prerogative sindacali di TUTTE le rappresentanze dei lavoratori, laddove diviene chiaro che si vorrebbe tentare, per l’ennesima volta, di affossare, definitivamente, i sacrosanti DIRITTI per questi Lavoratori, sino ad oggi calpestati e comunque rivendicati, con esiti favorevoli, di fronte alla Giustizia.

 

Per queste ragioni, come USB, COBAS e Lavoratori presenti all’incontro, come peraltro rivendicato dal presidio, abbiamo reiterato la richiesta di immediate rimozioni di ogni situazione di criticità e vessazione sin’ora perpetrate a danno dei Lavoratori con particolare riguardo all’immediato ritiro dei licenziamenti intimati perché illegittimi e non ascrivibili ai lavoratori, ritenendo in tutto ciò che tali questioni, peraltro e sino ad oggi, hanno determinando solo situazioni di discriminazione e disparità, per i predetti lavoratori, rispetto all’intera platea dei Lavoratori dei Consorzi della Campania.

 

Come e nostro solito fare , vi terremo, informati sugli sviluppi della vertenza in atto, auspicando sempre più un crescente consenso rispetto al nostro agire che pone al centro delle proprie azioni di lotta le giuste e sacrosante rivendicazioni dei lavoratori.

 

 

USB - Giovanni Venditti ------------- COBAS – Antonio Di Nardo

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati