Atitech : USB chiede l'intervento delle Istituzioni Territoriali e del Governo

L’Unione Sindacale di Base, non consentirà la messa in discussione di un solo posto di lavoro

Napoli -

In data odierna l’Unione Sindacale di base ha richiesto un urgente incontro alle Istituzioni Territoriali e al Governo, esprimendo forte preoccupazione per il futuro dell’ azienda e dei lavoratori.

Le preannunciate aperture delle procedure di mobilità per il personale di Atitech spa e di cigs per i lavoratori di Atitech Manufacturing, minano pesantemente il futuro dell’azienda napoletana e denotano il mancato raggiungimento degli obiettivi del piano Industriale 2016-2020 propedeutico alla creazione di un polo internazionale delle manutenzioni.

Da un potenziale piano di sviluppo si rischia di assistere al pesante ridimensionamento di un’azienda, da tutti riconosciuta quale eccellenza delle manutenzioni aeronautiche che complessivamente occupa più di mille lavoratori compreso l’indotto.

 

I mancati e necessari investimenti più volte denunciati, l’assenza di una reale ed efficace strategia industriale hanno di fatto non consentito il posizionamento dell’azienda sia sul segmento lungo raggio che l’erogazione di servizi full-maintenance.

Il mancato rispetto di parte dei contenuti dell’accordo del 2009 raggiunto presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri da parte di tutti i soggetti interessati, e’ inaccettabile e non può essere più tollerato.

Ad aggravare la situazione aziendale, e’ intervenuto il blocco dei crediti già maturati, per manutenzioni già effettuate per conto di Alitalia da parte dei Commissari Straordinari.

Occorre da subito che il Governo, garante della cessione di Atitech e degli accordi del 2009, intervenga tempestivamente per scongiurare l’ennesimo scempio industriale in un tessuto sociale come quello Napoletano, di per se già fortemente segnato.

E’ necessario che la Regione Campania, il Comune di Napoli, si attivino con urgenza per l’avvio di un confronto sul tema dell’Aerospazio e delle Manutenzioni sul nostro territorio, al fine di individuare tutti i necessari interventi finalizzati ad evitare, che un settore strategico ad elevato impatto professionale possa essere drasticamente ridimensionato.

 

L’Unione Sindacale di Base, non consentirà la messa in discussione di un solo posto di lavoro e laddove non dovesse pervenire in tempi brevi una convocazione da parte del Governo, dei Ministri competenti e delle Istituzioni territoriali, avvierà con la massima determinazione una necessaria fase conflittuale con la mobilitazione di tutti i lavoratori.

 

 

Napoli 12 maggio 2017 USB Lavoro Privato

 

Federazione USB Campania Via Carriera Grande 32 80139 Na Tel 081207351 fax 081262369 mail campania@usb.it

 

 

Al Ministero dello Sviluppo Economico

Ca Ministro On. Carlo Calenda

Unità di crisi

Ca Dott. G.Castano

 

Al Presidente della Regione Campania

Ca On. Vincenzo De Luca

 

Al Sindaco di Napoli

Ca On. Luigi De Magistris

 

A Atitech Spa

Ca Presidente Gianni Lettieri

 

A Finmeccanica-Alenia Aermacchi

 

 

Oggetto : Richiesta di incontro

 

La scrivente O/S esprime forte preoccupazione, relativa ai ritardi che si stanno accumulando circa la realizzazione del piano industriale presentato dalla Società Atitech spa (2016-2020).

Tale piano si basa essenzialmente sull’allargamento della capacità produttiva di Atitech Spa, anche in termini logistici, per posizionare l’Azienda sul segmento lungo raggio (attraverso l’acquisizione del ramo d’azienda Alenia Capodichino), nonché ampliare i servizi offerti, quale condizione essenziale per la fidelizzazione dei vettori clienti.

Ricordiamo a tal proposito che già nell’accordo di Palazzo Chigi del 2009,relativo alla cessione di Atitech, per tale segmento era prevista per l’azienda napoletana l’assegnazione da parte di Alitalia degli AA/MM lungo raggio, a seguito della realizzazione degli spazi necessari ad ospitare tale tipologia di Aeromobili.

I ritardi che si stanno accumulando per la realizzazione dello stesso, rischiano di minare pesantemente le previsioni e le finalità del piano industriale e prefigurano uno scenario estremamente preoccupante per il futuro dell’azienda e dei lavoratori.

Riteniamo alla luce di ciò, che sia fondamentale un tavolo di confronto interistituzionale, per affrontare tale situazione e superare tempestivamente tutte le criticità esistenti.

 

In attesa di riscontro

Distinti Saluti

 

Roma 23 gennaio 2017 per l’Esecutivo Nazionale USB Lavoro Privato

Francesco Staccioli

 

Per l’Esecutivo Regionale USB Lavoro Privato

Pasquale Vitiello

 

 

Federazione Campania USB Via Carriera Grande 32 80139 Na Tel 081207351 Fax 081262369 mail campania@usb.it

 

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati