IMPEDIRE CHE L'EMERGENZA IMMIGRAZIONE DIVENTI SOLO UN AFFARE

Basta speculare sui rifugiati. Basta affari sulla pelle degli immigrati!

Napoli -

Continua lo scandaloso affare a favore di albergatori senza scrupoli, cosiddette organizzazioni umanitarie e le solite cooperative che, da sempre, lucrano sulla gestione e la cosiddetta ospitalità dei rifugiati e dei richiedenti asilo.

Nonostante qualche controllo svolto dalla Prefettura le condizioni umane e materiali in cui versano queste persone sono vergognose a fronte delle risorse economiche stanziate per assistere questi immigrati.

Negli ultimi giorni ci è giunta da Poggiomarino dove centinaia di rifugiati versano in una situazione allucinante al pari di ciò che accade a Giugliano, a Qualiano ed in tutte le strutture coinvolte in questi “programmi di assistenza”.

Spesso – poi – accade che i responsabili di queste strutture (alberghi, case famiglia) assumano un atteggiamento arrogante ed intimidatorio verso chi protesta contro questa vera e propria truffa mentre i rappresentanti delle “organizzazioni di mediazione” fingono di non notare disfunzioni e problemi evidentissimi.

L' UNIONE SINDACALE di BASE nel denunciare pubblicamente questo scandalo chiama alle proprie responsabilità la Prefettura e la Procura della Repubblica affinché mattano in atto tutte le iniziative tese a stroncare tale mercato sulla pelle degli immigrti.

L' UNIONE SINDACALE di BASE invita il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ad un controllo stringente su strutture di accoglienze cittadine, cooperative convenzionate e verso tutta la filiera che si occupa di gestire l'emergenza/immigrazione.

L'UNIONE SINDACALE di BASE metterà in atto, assieme agli immigrati, le forme di lotta e di mobilitazione più opportune per difendere le condizioni di vita di questi nostri fratelli di classe.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati