LA PROTESTA SUL TETTO DELL'INCENERITORE DI ACERRA

LA FEDERAZIONE REGIONALE DELL’USB DELLA CAMPANIA ESPRIME LA SOLIDARIETÀ UMANA E POLITICA AI DISOCCUPATI ED AGLI ATTIVISTI CHE DA STAMATTINA STANNO OCCUPANDO L’INCENERITORE DI ACERRA.

Acerra -

La Federazione Regionale dell’USB (Unione Sindacale di Base) della Campania esprime la solidarietà umana e politica ai disoccupati ed agli attivisti che da stamattina stanno occupando l’inceneritore di Acerra.

La decisione di bloccare questo impianto di produzione di morte è scaturita dalla rabbia dei precari BROS i quali protestano contro la decisione del governo che ha fatto saltare un incontro già programmato.

Inoltre questa protesta avviene alla vigilia della prossima manifestazione del 16 novembre - #fiume in piena – che attraverserà la città di Napoli contro il biocidio.

L’Unione Sindacale di Base, da anni, sostiene la Vertenza dei Precari BROS e la mobilitazione popolare contro il complesso delle politiche di devastazione ambientale e si rende, ancora una volta, disponibile a tutte le iniziative di solidarietà e di impegno in tale direzione.

 

Napoli 14 novembre 2013

 

 

Federazione regionale della Campania dell’Unione Sindacale di Base

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati