LA REGIONE CAMPANIA NON RICEVE GLI IDONEI DELLA SANITA’. USB: L’ARROGANZA SENZA FINE DI UN AMMINISTRAZIONE CHE FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI

Napoli -

Stamattina un nutrito gruppo di idonei delle graduatorie di Infermieri, Operatori Socio Sanitari e Assistenti Amministrativi, sostenuti dall’Unione Sindacale di Base, si sono dati appuntamento sotto la sede della Direzione Salute della Regione Campania.

Le istanze erano semplici volevamo avere notizie sullo scorrimento delle graduatorie attive, visto i lentissimi tempi di chiamata per le assunzioni. La Direzione Salute, nonostante fosse stata pre allertata con una richiesta d’incontro, ha rifiutato di incontrare gli idonei e l’USB.

Con una banale scusa di “incontri istituzionali” hanno procrastinato la nostra richiesta demandandola  a data da destinarsi  con un atteggiamento indifferente e arrogante nei confronti delle questioni da noi esposte.

Il presidio, sgomento dall’atteggiamento assunto della Regione si è spostato davanti l’ingresso dell’edificio gridando a gran voce la Vergogna di cui si copre la Regione Campania pre e post Covid.

Il presidio si è sciolto dandosi come obiettivo ulteriori iniziative.

E’ arrivato il momento di raccontare e denunciare quello che accade realmente nel Servizio Sanitario Regionale con un personale ormai ridotto all’osso e un servizio che non garantisce i livelli di assistenza adeguati a dispetto dei roboanti proclami di  “Opere Mirabolanti” decantate ogni venerdì in diretta sui social dal Presidente della Regione.

USB Sanità Regione Campania

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati