LETTERA APERTA AI COLLEGHI DEL TPL CAMPANO

INVITIAMO TUTTI I LAVORATORI, DELEGATI, GLI ISCRITTI, I CITTADINI, DI FARSI CARICO DI QUESTA BATTAGLIA AGGREGANDOSI ALLA NOSTRA INIZIATIVA

Napoli -

L'USB intende esprimere tutta la sua soddisfazione per l'eccezionale mobilitazione, convinta, energica e partecipata da parte degli autoferrotranvieri di Ctp, durante la recente "crisi" che ha visto una pericolosa deriva nella gestione e ha messo in serio pericolo, la storica azienda che dal 1881 serve la provincia di Napoli e quella di Caserta. La "crisi" appare brillantemente superarta, visto l'impegno della parte politica e della Proprietà a risolvere, nei tempi brevi, le difficoltà finanziarie. A tal proposito è nostra ferma convinzione, vista la dimostrata e generosa partecipazione da parte dei lavoratiori alle varie mobilitazioni, che l'energia e la capacità di fare conflitto da parte della categoria è ancora, pressoché intatta e non vada sprecata, addomesticata o incanalata sul binario morto "dell'ammuina" funzionale alla sola vertenza della propria azienda di appartenenza.

E' ASSOLUTAMENTE NECESSARIO CHE SIA CHIARO A TUTTI CHE L'INTENZIONE DEL GOVERNO, SU INDIRIZZO DELLA TROJKA EUROPEA, SIA QUELLA DI CEDERE LA GESTIONE DEL TPL AL CONTROLLO DEL GESTORE PRIVATO E, NON E' UN MISTERO CHE, DOVE QUESTO SIA GIA' ACCADUTO, NE ABBIANO PAGATO LE SPESE UTENTI E LAVORATORI, CON IL PEGGIORAMENTO OGGETIVO SIA IN TERMINI DI QUALITA' DEL SERVIZIO, SIA IN TERMINI DI PERDITA DI DIRITTI E DI REMUNERATIVITA'...

Crediamo sia giunta l'ora di far partire adesso, partendo proprio dalla nostra Regione, una mobilitazione NAZIONALE che abbiamo voluto chiamare ‪#‎SAVETPL‬, per costruire, insieme ai lavoratori del Tpl campano, quella che vediamo come l'unica soluzione per cercare di salvare il Tpl nazionale e, non è detto che sia già troppo tardi, ma come diceva un vecchio e generoso partigiano argentino,

CHI LOTTA PUO' PERDERE

CHI NON LOTTA HA GIA' PERSO...!

Non facciamoci illudere dal fatto che questa crisi sia rientrata: abbiamo solo guadagnato altro tempo, ma il treno del Tpl campano e nazionale, viaggia spedito e senza freni contro un muro che si chiama privatizzazione...!!!

L'unica strada è il CONFLITTO, l'unica soluzione è il ripristino dei flussi finanziari verso le aziende del Tpl, esigendo rigore nella gestione finanziaria e trasparenza assoluta, evitando e combattendo sprechi e clientele politico-sindacali.OCCORRE FARLO ORA, OCCORRE FARLO TUTTI INSIEME...!!!

USB Campania ritiene sia giunto il momento di far partire, da Napoli, se questo fosse necessario, una TENACE E DECISA campagna mediatica e una mobilitazione nazionale per chiedere, unitamente ai cittadini-utenti il RILANCIO E LA DIFESA DEL TPL, ripristinando i flussi finanziari e chiedendo alla politica e al Governo di farsi carico del TPL. Pertanto invitiamo i lavotratori del TPL Campano ad aderire in massa

 

- venerdì 4 marzo ore 16:00 sala multimediale " G. Nugnes" via Verdi, Convegno pubblico sul Tpl, in occasione del quale sarà lanciata l'iniziativa #SAVETPL.

 

INVITIAMO TUTTI I LAVORATORI, DELEGATI, GLI ISCRITTI, I CITTADINI, LE FORZE SOCIALI E POLITICHE CHE INTENDANO CONCRETAMENTE FARSI CARICO DI QUESTA BATTAGLIA AD AGGREGARSI ALLA NOSTRA INIZIATIVA, CHE COMUNQUE, MALGRADO TUTTO E TUTTI, NOI CONDURREMO FINO IN FONDO, MA CHE SOLO CON IL PIENO APPOGGIO DEI LAVORATORI POTREMO VINCERE. USB CREDE IN VOI: CREDETECI ANCHE VOI...!!! UNITI POSSIAMO TUTTO...!

 

Napoli, 27 febbraio 2016

 

Coord. Unione Sindacale di Base Trasporti Campania

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati