MANIFESTAZIONE DI SOLIDARIETÀ PER IL COMPAGNO SASHA COLAUTTI

I LAVORATORI SONO QUELLI CHE STANNO PAGANDO IL PREZZO PIÙ ALTO DELLA CRISI ECONOMICA

Napoli -

Stamattina, presso la sede portuale della Wartsila, in Calata Porta di Massa a Napoli, circa una cinquantina di militanti dell’Unione Sindacale di Base hanno manifestato in solidarietà del compagno Sasha Colautti, delegato sindacale della USB, trasferito da Trieste a Taranto semplicemente per la sua libera scelta di passare dalla FIOM CIGL al nostro sindacato.

Una scelta di coerenza, rispetto alla sua idea di conflitto sindacale, che si è scontrata con l’arroganza, la debolezza e soprattutto il timore aziendale che possa radicarsi il sindacalismo di base all’interno di sistemi consolidati, in cui CGIL, CISL e UIL continuano a siglare accordi sempre più compatibili con le politiche di Governo e Confindustria.

“I lavoratori sono quelli che stanno pagando il prezzo più alto della crisi economica - dichiara la Dirigente Sindacale USB, Maria Pia Zanni - è da loro che bisogna ripartire, respingendo i ricatti del padronato, dei Governi che si sono succeduti e dei sindacati complici”.

L’Unione sindacale di Base, chiede l’immediato ritiro del provvedimento.

 

TOCCA UNO, TOCCA TUTTI!

 

 

Napoli, 23 giugno 2017

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati