PIANO REGIONALE DEI RIFIUTI, NIENTE DI BUONO

MIGLIAIA DI CITTADINI, IL 22 DICEMBRE, HANNO MANIFESTATO A NAPOLI, CONTRO IL PIANO

Napoli -

PIANO REGIONALE DEI RIFIUTI:

In migliaia in corteo per dire no!

 

In questi giorni, il Prefetto Pansa, commissario straordinario all’emergenza/rifiuti, ha presentato il nuovo Piano Regionale Rifiuti il cui ambizioso obiettivo è quello di risolvere definitivamente il problema della monnezza in Campania.

 

Dalla lettura di questo Piano emerge la conferma di una impostazione progettuale tutta basata sulla sciagurata scelta dell’incenerimento dei rifiuti e sull’apertura di nuove discariche. Infatti viene annunciato il prossimo funzionamento del mega/inceneritore di Acerra (il più grande d’Europa) e l’apertura di nuovi siti di stoccaggio della monnezza in tutte le province della Regione. Per ciò che riguarda l’avvio della Raccolta Differenziata dei Rifiuti il Piano prevede, per i prossimi anni, percentuali di raccolta bassissime le quali non potranno determinare una vera svolta nelle scelte fino ad ora applicate. Inoltre per i milioni di Eco/Balle accatastate (vera e propria monnezza impacchettata assieme a rifiuti tossici e nocivi di ogni tipo) non è stata prospettata nessuna soluzione certa.

 

Nel frattempo il Commissariato Straordinario sta aprendo, anche utilizzando la repressione poliziesca, altre discariche continuando l’opera di sistematico avvelenamento del territorio e dell’ambiente dell’ intera Campania. Nel frattempo la Magistratura non è in grado di perseguire e processare i responsabili politici, le imprese che si sono arricchite anche in affari con la Camorra e tutte quelle istituzioni, nazionali e regionali, che hanno provocato il colossale disastro che sta sotto i nostri occhi. Il Piano Rifiuti del Prefetto Pansa, al di là di alcuni piccoli distinguo di carattere simbolico e propagandistico, è in sostanziale continuità con i fallimentari Piani Rifiuti di Rastrelli, Bassolino e con i provvedimenti di Catenacci e Bertolaso. Questo Piano deve essere profondamente modificato ascoltando le proteste delle popolazioni e recependo, positivamente, gli obiettivi dei movimenti di lotta dei disoccupati e dei precari.

 

L’ RdB/CUB ha aderito e partecipato alla Manifestazione, organizzata dalla Rete Rifiuti Zero, a Napoli, il 22 dicembre a Napoli per affermare:

 

  • Stop all’inceneritore di Acerra ed a quello annunciato a Santa Maria la Fossa.

 

  • Avvio di una seria Raccolta Differenziata in tutta il territorio regionale; tale misura per essere efficiente deve essere effettuata attraverso il sistema porta a porta garantendo pulizia delle città e nuova occupazione.

 

  • Per una Bonifica ambientale e sanitaria dei territori inquinati.

 

  • Per la tutela dei lavoratori del settore/ambiente contro tutti i tentativi di privatizzazione dei servizi e degli appalti a scapito dei diritti e della sicurezza del lavoro.

 

RAPPRESENTANZE SINDACALI di BASE

CONFEDERAZIONE UNITARIA di BASE

Federazione della Campania: Via Carriera Grande 32 – Napoli

Telefono: 081/5637213 – Fax: 081/5536467 – info@napoli.rdbcub.it

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati