Referendum Security Service, trionfa il no con il 99.9%. Bocciato l'accordo sottoscritto da CGIL e CISL.

Alta l’affluenza dei lavoratori della Security Service lunedì 11 presso la sede di Napoli.

Napoli -

"Il NO ha stravinto", esultano a tarda sera i lavoratori addetti alla vigilanza.

La risposta è stata netta, con un’affluenza di quasi il 57% dei lavoratori e la vittoria del No col 99.9% dei voti contro lo 0.1% del Sì. I dipendenti della Security Service hanno difeso i propri diritti contro un accordo peggiorativo tra azienda e le organizzazioni sindacali Filcams Cgil e Fisacat Cisl.

L’accordo bocciato prevedeva l’aumento dei carichi di lavoro, attraverso la cessazione dei permessi maturati ai sensi dell’art. 76 e 84 del CCNL, una riduzione del valore dei ticket mensa e un ridimensionamento, verso il basso, dei tempi di pausa utili al recupero psicofisico.

I dipendenti della Security Service hanno dimostrato coraggio e consapevolezza bocciando l’accordo capestro. Siamo disponibili, insieme alle altre organizzazioni sindacali che hanno sostenuto il no, nel ricercare con l’azienda soluzioni condivise affinché si possa garantire la stabilità occupazionale e il miglioramento delle condizioni lavorative.

Coordinamento USB Vigilanza Privata

Bruno Enrico

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati