Sirti, la crisi si aggrava e il conto viene chiesto ai lavoratori

Napoli -

Il 22 gennaio USB e la sua RSU hanno incontrato la direzione aziendale per un'informativa sul conto economico Sirti e di bilancio sul cosiddetto piano sociale, ovvero i licenziamenti volontari incentivati e il ricorso al contratto di solidarietà.

Nel corso del 2019 la situazione, per dichiarazione del management, si sarebbe ulteriormente aggravata a seguito delle politiche di internalizzazione, taglio e riduzione valore delle commesse di Telecom. In sostanza nonostante l'azienda abbia conseguito i risparmi previsti dal piano sociale, il peggioramento del quadro di mercato non avrebbe prodotto il risultato complessivo che sperava il management. I lavoratori hanno pagato un prezzo altissimo ma il mercato chiede ancora di più.

Ciò significa che l'azienda si prepara a un'ulteriore inasprimento del ricorso agli ammortizzatori. Il conto rischia di essere salato. Abbiamo pertanto dichiarato la nostra contrarietà a nuovi e ancora più pesanti tagli.

USB ritiene necessario che si avvii una vertenza generale del settore per chiedere alla politica di regolamentare un settore che si sta distruggendo grazie alla folle scelta di liberalizzare. USB è pronta a mobilitarsi in questa direzione.

Lavoreremo affinché i lavoratori Sirti non debbano pagare il costo delle scelte e politiche scellerate di governo e imprese.

 

USB Lavoro Privato

RSU USB Sirti Casandrino

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni