STATO DI AGITAZIONE DI TUTTI I LAVORATORI DEL COMPARTO SANITÀ DELLA REGIONE CAMPANIA

LA DECISIONE A SEGUITO DEL MANDATO DELL'ASSEMBLEA DI TUTTI I DELEGATI RSU ELETTI NELLE LISTE DELLA RDB

Napoli -

Napoli, 15 ottobre 2010

 

Al Prefetto di Napoli

Al Presidente della G. R. della Regione Campania On. Stefano Caldoro

Al Sub Commissario ad Acta della Sanità – dr. Giuseppe Zuccatelli

A tutti i DD.GG. e Commissari Straordinari delle AA.SS.LL. e AA.OO. della Campania 

            Alla Comm.ne Naz.le di Garanzia per l’attuazione della Legge sullo sciopero

A tutti i delegati RSU eletti nelle liste della RdB della Campania

A Tutti i Lavoratori del Comparto sanità della Campania

A Tutti gli Organi di Informazione della Regione Campania

                                                                                                          L O R O  S E D I

 

 

Oggetto: stato di agitazione di tutti i Lavoratori del Comparto Sanità della Regione Campania.

 

La RdB/USB Sanità Regionale proclama lo stato di agitazione di tutti i Lavoratori del Comparto Sanità della Regione Campania a seguito mandato dell'assemblea di tutti i delegati RSU eletti nelle liste della RdB e dei dirigenti sindacali responsabili dei Terminali Associativi in tutti i luoghi di lavoro delle AA.SS.LL. e AA.OO. della Regione Campania.

 

L'assemblea ha dato mandato allo scrivente di attivare le procedure di conciliazione ai sensi della legge 146/1990 e sue successive modifiche (legge 83/2000) a seguito di una intollerabile e gravissima carenza di personale infermieristico e delle altre figure professionali in tutte le strutture pubbliche sanitarie ed in particolare nei Presidi Ospedalieri della Campania, che compromette i livelli di assistenza minimi da garantire e la stessa qualità delle prestazioni.

 

 La situazione è precipitata anche a seguito della pubblicazione sul BURC n. 65 del 28.09.2010 del decreto n. 49 del 27.09.2010 a firma del Presidente della Giunta Regione Campania On. Stefano Caldoro con il quale si preannuncia la fuoriuscita di decine di Presidi Ospedalieri dalla rete dell’emergenza con grave pregiudizio del diritto alla salute per migliaia di cittadini campani.

 

Inoltre i Commissari Straordinari delle AA.SS.LL. interessate hanno fatto sapere, con delibere e disposizioni varie ma anche tramite i media, di voler mettere in esecuzione il piano di rientro ospedaliero regionale nel rispetto del crono programma contenuto del citato decreto n. 49.

 

La RdB/USB ritenendo tale decisione ingiusta e lesiva dei diritti costituzionalmente garantiti su tutto il territorio nazionale ha deciso di proclamare lo stato di agitazione e di promuovere una giornata di sciopero per protestare e chiedere la modifica del Piano Ospedaliero Regionale.

 

La scrivente Organizzazione Sindacale per le motivazioni sopra riportate, nell’interesse dei propri iscritti e di tutti i cittadini della Regione Campania  

CHIEDE

al sig. Prefetto di Napoli, prima della proclamazione di una e/o più giornate di sciopero, di attivare la procedura di raffreddamento del conflitto con l’istituzione di un tavolo di conciliazione preventiva ai sensi della legge 146/1990 e sue successive modifiche (legge 83/2000) con la presenza del Presidente della Giunta Regione Campania On. Stefano Caldoro e il Sub Commissario ad acta della Sanità dr. Giuseppe Zuccatelli.

           

In attesa di un cortese riscontro la scrivente porge distinti saluti.    

                       

                                                                                  Il Coordinatore Regionale RdB/USB Sanità 

                                                                                                        - dr. Vito Storniello -

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati