USB CONTRO IL BUSINESS DELL'ACCOGLIENZA

DOMANI CORTEO IMMIGRATI - PARTENZA ORE 10,00 DA PIAZZA BOVIO

Napoli -

Domani, venerdì 15 aprile, l’Unione Sindacale di Base si mobiliterà per stigmatizzare il disagio sociale che produce il malfunzionamento dei servizi di regolarizzazione, integrazione e attuazione dei diritti, nazionali ed internazionali, cui possono usufruire gli immigrati. E’ ora di gridare con forza che sulle spalle dei profughi esiste un giro di danaro gestito da cooperative senza scrupoli – spiegano dall’Ufficio Immigrazione USB - un business fatto di strutture inadeguate trasformate in centri di accoglienza, dove si vive in condizioni igieniche inaccettabili e con cibo scadente. “Un business dove si risparmia su tutto – dichiara Hryhorchuk Svitlana rappresentante Immigrazione Usb - dal cibo alla pulizia, dalle forniture di beni e servizi alle spese di gestione. I lunghi tempi di attesa, da parte della Questura, per il rilascio dei permessi di soggiorno creano rabbia e insicurezza nei cittadini immigrati. Chiediamo, pertanto, un urgente tavolo tecnico tra Comune, Prefettura e Questura”. L’Unione Sindacale di Base invita tutti gli immigrati a mobilitarsi, per sostenere i loro diritti, per l’abolizione della Legge Bossi – Fini, per conquistare tutele e salari dignitosi uscendo fuori da una condizione forzata di schiavitù. Il corteo partirà da piazza Bovio alla ore 10.00 e terminerà nel piazzale antistante la Prefettura di Napoli. Napoli, 14 aprile 2016 Hryhorchuk Svitlana Rappresentante Immigrazione Usb

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati