USB DI NAPOLI, SINTESI DELLA RIUNIONE DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE PUBBLICO E PRIVATO DI NAPOLI

A BREVE SARÀ FISSATO UN PRIMO APPUNTAMENTO OPERATIVO, PER CONTARCI CONOSCERCI E INIZIARE A DISCUTERE SU COME VOGLIAMO ANDARE AVANTI

Napoli -

Lunedì 30/09/13, presso la sede Regionale USB di Napoli, si è riunito il coordinamento Provinciale pubblico e privato di Napoli.

Tra i vari punti si è affrontato il problema del ruolo della Federazione Regionale USB Campania, sulle vertenze metropolitane ed in particolare su quella riguardante la salute e l’ambiente, legata alla questione dei rifiuti industriali tossici sotterrati nel territorio.

Dopo gli interventi di alcuni presenti, che si esprimevano su un documento distribuito prima della riunione e sulla breve relazione letta, il coordinamento concordava sulla necessità ed opportunità politica di adeguare l’organizzazione alle attività sul territorio, riconoscendo che su tali tematiche accusiamo un ritardo.

In ragione di tale decisione, si condivideva sulla necessità di costituire un gruppo di lavoro, impegnato più attivamente su tali problematiche, a prescindere e senza ridurre, gli eventuali impegni già assunti all’interno di categorie e/o posti di lavoro.

Diversi compagni presenti alla riunione di coordinamento, hanno già dato la propria disponibilità, tutti coloro che vogliono partecipare a tale attività, (certi di essere disponibili), possono comunicarlo alla Fed. Regionale.

A breve sarà fissato un primo appuntamento operativo, per contarci conoscerci e iniziare a discutere su come vogliamo andare avanti.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati